Edilizia.com


138927 Operatori, 259 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Patto di stabilità: manifestazione per sbloccare l'accordo UE

Cgil, Cisl e Uil, insieme all Anci, hanno organizzato per la giornata di oggi, 21 marzo, una manifestazione a Roma per protestare contro il blocco del Patto di stabilità.

 

 

Teatro capranica

 

È oggi, 21 marzo, che le associazioni vicine al settore edilizio si riuniscono a Roma per protestare contro il Patto di stabilità, colpevole di bloccare almeno 9 miliardi di euro che potrebbero essere spesi per pagare i debiti delle PA verso le imprese italiane.

Con la grave crisi che il mercato edilizio sta passando, non ci si può permettere di tenere fondi disponibili “chiusi in un cassetto”. È assolutamente necessario modificare il Patto che ci lega all’Unione Europea, così da combattere la crisi di liquidità di cui soffrono le imprese.

I lavoratori e le aziende sono allo sfinimento. Questa manifestazione ha il duplice scopo di far sentire la vicinanza di sindacati e associazioni e dare un sostegno maggiore alla causa finanziaria.

I sindacalisti spiegano i rischi che le imprese stanno subendo: “Per le imprese il rischio sempre maggiore è quello di subire gli effetti dell'assenza di lavoro, dei mancati pagamenti e della stretta creditizia, subendo in maniera sempre più stringente il ricatto delle mafie. Occorre spezzare questa catena nefasta intervenendo al più presto per dare forza e sostegno ad un settoreindispensabile per la ripresa economica".

Come intervenire? Il primo passo è quello dell’apertura di nuovi cantieri, dando il via alle piccole opere per la messa in sicurezza di ospedali e scuole. Oltre il lavoro, poi, il pagamento dei debiti. Ecco perché diventa necessario manifestare: la nostra voce deve essere forte e unita.

L’appuntamento è per oggi a Roma, al Teatro Capranica.

 

Redazione Edilizia.com
21 Marzo 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper