Edilizia.com


139175 Operatori, 155 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Ospedali italiani: il 75% è a rischio crollo

Secondo il Sindacato Medici italiani (SMI) il 75% degli ospedali italiani sarebbe a rischio crollo. Questa percentuale fa riflettere sullo stato degli edifici medici, e riporta all attenzione nazionale la sicurezza dei nosocomi.

 
 
 
A Napoli l’argomento è in primo piano, soprattutto dopo il crollo del palazzo sulla Riviera di Chiaia. Giuseppe Del Barone e Mario Iovane, presidente nazionale e segretario organizzativo regionale Campania dello Smi, commentano con una nota negativa i dati.

Secondo Giuseppe Del Barone e Mario Iovane, infatti, l’ospedale è un luogo che dovrebbe garantire tranquillità e sicurezza ai pazienti. Ma anche ai medici, impegnati in un lavoro che esige ambienti sicuri, protetti, privi di minacce.

Le percentuali, che si riferiscono a una recente ricerca della Commissione parlamentare d'inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale, preoccupano i vertici del Sindacato Medici italiani che puntano l’attenzione sulle strutture sanitarie del Sud Italia. In particolar modo quelle di Sicilia, Campania, Calabria e Basilicata. Il motivo è semplice, e riguarda un aspetto tecnico delle costruzioni.
 
La maggior parte degli ospedali di queste regioni (il 62% per la precisione) presenta una struttura in calcestruzzo armato e il 23% in muratura. Il 13% è in calcestruzzo-muratura combinato, mentre solo il 2% è coperto da prefabbricato e acciaio. Quali misure si potrebbero attuare per evitare l disastro?
 
Redazione Edilizia.com
6 Marzo 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper