Edilizia.com


138927 Operatori, 153 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Novità fiscali per gli immobili non locati: sono esenti da Irpef

Spiegazioni dall Agenzia delle Entrate per la gestione Irpef degli immobili non locati. Ecco le ultime novità da sapere.

Agenzia entrate

 

Il pagamento dell’Irpef non conteggia gli immobili non affittati o non locati, per i quali il proprietario versa comunque l’IMU. La circolare che spiega il procedimento è la 5/E/2013 dell’Agenzia delle Entrate. Cosa c’è scritto?

L’IMU, partire dal 2012, ha sostituito sia l’ici che le addizionali regionali e comunali dovute sui redditi fondiari e sui beni non locati. Il reddito che deriva dagli immobili non affittati e/o locati (su cui si paga comunque l’IMU) deve quindi essere tolto dal calcolo Irpef.

Cosa succede, invece, se la locazione è limitata a un certo lasso di tempo? Nei casi di locazione in alcuni periodi dell’anno, l’IMU sostituisce l’Irpef sono nei periodi in cui l’immobile non viene affittato.

Se un proprietario concede una parte della prima casa in affitto, l’IMU sostituisce l’Irpef solo se la rendita, rivalutata del 5%, è maggiore del canone di affitto. Se questo è superiore alla rendita, allora bisogna pagare entrambe le imposte.

Quest’ultimo passaggio, in particolare, scoraggia di molto le possibilità di affittare un immobile: se avendo una rendita di un certo tipo si è costretti a pagare un’imposta “doppia”, a che pro affittare l’abitazione? Nuove modifiche potrebbero avvenire con la formazione del nuovo governo. Per ulteriori dettagli rimandiamo alla circolare sopra citata, con l’attesa di eventuali nuove notizie.

Redazione Edilizia.com
15 Marzo 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper