Edilizia.com


139175 Operatori, 117 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Marche e Abruzzo avvertono: l'edilizia sta morendo

Le associazioni nazionali di categoria continuano a diffondere l'allarme. L'edilizia è agli sgoccioli e stanno morendo anche le ultime aziende ancora in piedi.

ance

 

Ance Ancona e la Confartigianato di Chieti ribadiscono l’urgenza degli interventi in edilizia. Il rischio? La morte certa del settore. Paolo Alessandroni, presidente del Collegio dei costruttori Ance di Ancona, ha deciso di rivolgere un appello alle banche per far sì che diano una mano alle imprese. Secondo Alessandroni, i tassi bancari sono vicini al rischio usura e spingono le aziende verso il fallimento.

Ma se muoiono le aziende del settore edilizio, muoiono anche le banche, ribadisce. Sono ormai cinque gli anni di crisi che stiamo vivendo, mese dopo mese. Niente di quello che andava fatto è stato effettivamente concretizzato.

I dati Confartigianato evidenziano l’immobilismo del mercato e il crollo del fatturato delle imprese. Le famiglie, tra mutui, IMU, debiti delle PA e tasse, sono allo stremo esattamente come le aziende.

Stessa situazione a Chieti, dove il presidente della Confartigianato locale, Daniele Gianluigi, dichiara di attendere ancora interventi da parte delle istituzioni. Servono misure efficaci, ora. La ripresa economica non può non passare per quella edilizia: se si riprende questo settore, si avranno ottime probabilità di ripresa generale e si potrà tornare a sperare in un Paese migliore. Le Istituzioni, però, tardano ancora gli interventi e i buoni propositi restano chiusi in un cassetto.

I discorsi di sempre? Forse sì, ma nell’attesa di un aiuto concreto è bene riproporli ogni giorno.

Redazione Edilizia.com
3 Aprile 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper