Edilizia.com


138927 Operatori, 122 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

L'edilizia nel 2013: prospettive e idee

Dino Piacentini, Presidente di Aniem, rivolge un appello ai politici in vista delle elezioni. Lo scopo? Aiutare il settore edile con nuove idee e nuovi incentivi.

 

 

In un dibattito tra esponenti politici di PD, PDL e UDC, Piacentini interviene per fare il punto sulla situazione edilizia in Italia. Le parole espresse dal Presidente Aniem durante l’incontro (organizzato dal giornale Il Tempo a Roma) sono chiare: “L’edilizia ha bisogno di interventi immediati.

Con il suo 10% di Pil il settore edile è una parte fondamentale dell’economia italiana. È necessario sostenere tutte quelle imprese che stanno piano piano affondando e chiedo di farlo ai politici che si sono candidati per le prossime elezioni”.

I dati riportano una situazione di emergenza: nel 2012 il settore edile ha perso il 30% di fatturato e nel corso del 2013 si prevede un’ulteriore perdita del 10%. In quest’ottica il 15% delle imprese italiane saranno costrette a chiudere.

Al momento almeno il 90% degli imprenditori italiani reputa il lavoro del governo Monti come non soddisfacente da questo punto di vista. Le tante difficoltà, oltre la mancanza di lavoro, sono legate all’impossibilità di accedere a fonti di credito: le banche non aprono più finanziamenti alle aziende in difficoltà, lasciandole sole nella tempesta.

L’Aniem, per salvaguardare l’edilizia, ha scritto un piano in 12 punti. Tra questi si legge: sistemi di gara più trasparenti, riqualificazione del territorio, riforma del costo del lavoro, soluzioni tempestive per il ritardi nei pagamenti.

Oltre questi punti sono stati pensate soluzioni anche per i dipendenti, con pareri e idee nate dagli stessi sindacati. La speranza è che i politici, almeno questa volta, ascoltino e mettano in pratica.

Redazione Edilizia.com
18 Febbraio 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper