Edilizia.com


139175 Operatori, 145 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

IVA al 22%: cosa cambia per i professionisti?

Con l'aumento dell'IVA al 22% cosa cambierà per i professionisti dell'edilizia? Vediamo come modificare il proprio valore senza rischiare errori.

 

 

Iva al 22%: cosa cambia per i professionisti?

È entrato in vigore il punto percentuale che porta l'IVA al 22%. Spese, contributi e tasse verranno modificati di conseguenza, ma come devono muoversi i professionisti dell'edilizia per modificare il proprio compenso legalmente? Adeguare tutti i programmi di fatturazione non è semplice, serve tempo.

Le fatture emesse possono, però, subire variazioni, grazie anche al commercialista che segue imprese e professionisti. Non sono previste sanzioni se la differenza di imposta sarà versata nei termini previsti dall'Agenzia delle entrate, che ha predisposto un limite massimo al 27 dicembre per le fatturazioni di ottobre e novembre. Per le fatture emesse a dicembre, invece, il limite è il 16 marzo.

Le prestazioni di servizi, invece, sono ritenute effettive solo quando il saldo viene pagato, quindi il professionista che ha emesso fattura prima del 1° ottobre non avrà necessità di adeguarsi alla nuova imposta. L'iVA è salita al 22% dal primo ottobre dopo essere stato rimandato per i mesi precedenti.

Il nostro consiglio è sempre e comunque quello di rivolgersi a un professionista, in questo caso al proprio commercialista, che saprà sicuramente come muoversi, evitando di farvi incorrere in sanzioni indesiderate.

Redazione Edilizia.com
4 Ottobre 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper