Edilizia.com


139175 Operatori, 210 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

In arrivo il nuovo catasto, cosa cambierà?

Cambiano le leggi e cambia anche il catasto, un ammodernamento necessario per rimanere in linea con le rendite immobiliari. Ecco cosa succederà.

 

 

 

In arrivo il nuovo catasto, cosa cambierà?Arriva il nuovo catasto, la notizia sembra essere ufficiale. La priorità esiste, anche a causa delle nuove leggi, come l'Imu, che hanno del tutto modificato le rendite degli immobili presenti nel territorio.

Il testo relativo al catasto è già stato modificato, almeno in parte, con cambiamenti significativi che dovranno poi essere confermati. Quali sono?

Il valore patrimoniale e la rendita catastale restano i due punti fondamentali, ma torna ancora una volta il federalismo catastale, ormai scomparso dalla scena. Questa scelta nasce dalla necessità di fare una ricognizione su un totale di 60 milioni di immobili, con professionisti esterni ma con budget spesso troppo irrisori. Si dovranno ricalcolare molte superfici e saranno ricalcolati i valori immobiliari come quello patrimoniale e la rendita, ecco perché è necessario un federalismo catastale.

Il valore patrimoniale degli immobili sarà calcolato con un algoritmo con cui i comuni dovranno lavorare. Come riporta Il Sole 24 Ore: "L'aiuto dovrebbe venire dai Comuni, che dovrebbero comunicare gli aspetti presenti nell'algoritmo che verrà utilizzato per calcolare il «valore patrimoniale» degli immobili di categoria A, B e C che gli uffici del Territorio si trovano nell'impossibilità di verificare.

Come l'affaccio, allo stato di manutenzione, all'esposizione, che in un progetto edilizio sono facilmente riscontrabili ma in una mappa catastale no".

Il decentramento servirà ad avere dati più certi, dunque.

Non resta che attendere la nuova ricognizione comunale.

Redazione Edilizia.com
24 Luglio 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper