Edilizia.com


138927 Operatori, 150 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

I ruderi devono essere accatastati?

I ruderi in degrado e in disuso devono essere accatastati? Ecco le risposte del fisco.

 

 

 

I ruderi devono essere accatastati?L'Agenzia delle entrate ha diffuso la nota n.29440, del 30 luglio scorso. Con questo documento chiarisce quali siano i ruderi e come procedere a livello catastale. I ruderi sono classificati come immobili F/2, sono privi della struttura portante e hanno muri delimitanti fino a un massimo di 1m.

Per essere un rudere deve, inoltre, essere in uno stato di degrado tale da non poter produrre reddito.

In questo caso la loro iscrizione al catasto è necessaria solo per l'identificazione: deve essere dichiarata la destinazione d'uso, pur rimanendo strutture senza rendita di alcun tipo.

I dati catastali dei ruderi non hanno l'obbligatorietà dell'aggiornamento, ma la possibilità. Serve, in questo caso, un'autorcertificazione in cui viene dichiarata l'assenza di allacci di luce e gas. Sarà, poi, redatta una relazione da un professionista apposito, che controllerà in loco le caratteristiche della struttura, la sua conservazione e allegherà fotografie comprovanti lo stato. Tutti i documenti saranno poi datati e firmati. Anche i servizi idrici ed elettrici devono essere assenti, così da provare il totale inutilizzo della struttura.

Per leggere l'intera documentazione dell'Agenzia delle entrate basta collegarsi al seguente link --> Agenzia delle entrate

Redazione Edilizia.com
2 Settembre 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper