Edilizia.com


138927 Operatori, 120 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

I beni della mafia al servizio dell'edilizia

L'idea è del ministro Profumo: utilizzare parte dei beni confiscati alla mafia per investire sull edilizia e, in particolare, su quella scolastica. Le notizie di questi mesi hanno un punto in comune: la crisi edile. In vista delle elezioni di questo week end continuano ad arrivare proposte di vario genere per risollevare il settore. Una tra tutte vuole porre al centro degli investimenti ...

I beni della mafia al servizio dell'edilizia
Le notizie di questi mesi hanno un punto in comune: la crisi edile. In vista delle elezioni di questo week end continuano ad arrivare proposte di vario genere per risollevare il settore.

Una tra tutte vuole porre al centro degli investimenti pubblici (necessari per far sì che la ripresa sia decisiva) i beni confiscati alla mafia in tutto il Paese, beni immobili che potrebbero fruttare ottimi guadagni allo Stato. Le confische potrebbero essere un valore reale in termini economici per l’edilizia, ma anche un valore territoriale per quelle zone bisognose di riqualificazione.

L’idea è stata proposta da Francesco Profumo, Ministro dell’Istruzione, che vorrebbe investire i fondi derivati dalle confische mafiose sulle scuole pubbliche. Gli istituti, in tutta Italia, hanno urgente bisogno di interventi strutturali e messa in sicurezza.

I fondi ricavati andrebbero nel Fondo Immobiliare (garantito dallo Stato) e servirebbero come fondi di investimento pubblico.

La soluzione per convertire la confisca in investimenti non è ancora stata trovata, ma già partendo da questa idea di base si potrebbe lavorare per garantire un risvolto immediato.

I beni che ogni anno vengono confiscati alla mafia sono numerosi: quale miglior utilizzo se non quello per combattere la crisi nel settore edile? Ne gioverebbe anche il mondo scolastico italiano, divenuto sempre più debole e fatiscente a discapito dei nostri studenti.

Redazione Edilizia.com
22 Febbraio 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper