Edilizia.com


138927 Operatori, 73 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Edilizia di culto: i fondi pubblici sono sempre disponibili

I comuni del bolognese tengono molto all'edilizia di culto, sono infatti numerosi i fondi pubblici dedicati al settore, che sembra più lontano dalla crisi rispetto a quello tradizionale.

 

 

Edilizia di culto: i fondi pubblici sono sempre disponibili


Sembra che nei comuni della provincia di Bologna l'edilizia di culto non conosca crisi. Da uno studio condotto dal circolo Uarr di Bologna, infatti, è emerso che questi comuni continuano a elargire fondi pubblici per questo scopo, nonostante sia stata segnalata una carenza di risorse.

L'inchiesta dello Uarr è stata condotta su 53 comuni - esclusi alcuni centri già analizzati tra cui Bologna - e si è appoggiata a una procedura semplice: una richiesta ai comuni degli atti relativi a erogazioni OnUS per l'edilizia di culto a partire dall'anno 2005.

Una domanda legittima dato l'obbligo di trasparenza nell'amministrazione del denaro pubblico, ma che molti comuni hanno deciso di glissare: il 49% degli uffici non ha risposto, e in molti casi è stato necessario ripetere più volte l'invito o superare notevoli ostacoli burocratici.

Una volta raggiunti i dati, sono stati ricavati i risultati: tutti i comuni (o almeno tutti i comuni che hanno consegnato gli atti) hanno mantenuto il finanziamento pubblico all'edilizia di culto. A prescindere dalla crisi e dalle difficoltà economiche, la Curia Arcivescovile ha ottenuto le risorse necessarie per tutelare il proprio patrimonio immobiliare.

Qual è il totale dei finanziamenti pubblici destinati all'edilizia di culto? La cifra è di quelle che non si dimenticano facilmente: più di 12 milioni di euro (per la precisione 12.470.771,57 euro) che ovviamente riguardano solo la provincia di Bologna.

Redazione Edilizia.com
18 Aprile 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper