Edilizia.com


138927 Operatori, 178 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

DURC, ecco tutte le novità

Non solo un allungamento della validità fino a 120 giorni, ma anche una compensazione tra debiti e crediti relativi alle PA. Ecco tutte le novità del DURC.

 

 

 

DURC, ecco tutte le novità
Il Documento Unico di regolarità contributiva si trasforma. La sua validità sarà ora di 120 giorni (contro i 90 giorni di prima) sia per i lavori pubblici che privati. Potrà, inoltre, essere utilizzato per richiedere benefici normativi e contributivi e per la compensazione tra debiti e crediti delle PA.

Le novità arrivano direttamente dal Decreto del Fare, pubblicato nella Gazzetta con data 13 marzo 2013.

Il Durc si può ottenere anche con una certificazione che attesti l'importo dei debiti certi ed esigibili nei confronti delle PA, con un importo pari almeno alle tasse contributive da pagare. Un'impresa può, dunque, ottenere un Durc e continuare a lavorare anche se la PA non ha ancora pagato i suoi debiti, basta semplicemente dimostrare il pagamento con una certificazione idonea. Un Durc rilasciato con questa modalità avrà la dicitura del decreto apposito, con gli estremi della certificazione del credito.

Ma non è solo questa la novità: la validità del documento passa a 120 giorni e la sua fruizione potrà avvenire anche online. Dal prossimo settembre il Durc verrà consegnato via PEC alle imprese che ne faranno richiesta, così da velocizzare la burocrazia, che prevedeva un invio postale del documento.

Un passo avanti positivo, ma serve molto di più.
Quale altra modifica apporteresti al Durc e perché?


 

Redazione Edilizia.com
22 Luglio 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper