Edilizia.com


138927 Operatori, 278 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

DIA: alla scadenza serve una nuova denuncia

Il Tar Lombardia ha ricordato, in una sentenza, che alla sua scadenza è necessario denunciare nuovamente i lavori.

 

 

DIA: alla scadenza serve una nuova denuncia

Quando un lavoro scade ma non è ancora ultimato, serve necessariamente una nuova denuncia di inizio attività per terminarli.

Lo ha ricordato il Tar Lombardia in una recente sentenza, dove un'impresa aveva citato il comune di Como che non aveva accettato la richiesta di proroga del termine dei lavori. Il ricorso è stato considerato infondato, perché può essere considerato nei casi di permessi di costruzione ma non per un'inizio attività.

L'articolo 23 del Decreto 380 del 2001 parla chiaro: in caso di scadenza della DIA, usta deve essere richiesta nuovamente, è quindi necessaria una nuova denuncia di inizio lavori. Questo accade anche perché il limite massimo previsto per la conclusione dei lavori è di tre anni, scaduti i quali la DIA iniziale non ha più validità. Proprio in questi giorni si è discusso sulla possibilità di prorogare di altri due anni il termine dei lavori.

Se un'impresa si propone di terminare un lavoro entro i termini stabiliti e fallisce la scadenza, è normale la necessità di una nuova denuncia. La decisione del giudice segue l'iter giurisdizionale dell'edilizia.

Concordi anche tu con questa decisione?

Redazione Edilizia.com
19 Aprile 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper