Edilizia.com


138927 Operatori, 105 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Crisi edilizia, l'Europa consiglia le sue misure

Le misure anticrisi, anche per il settore dell'edilizia, sono possibili. A Trento sono state elencate quelle introdotte direttamente dall'Unione Europea.

 

 

 

Crisi edilizia, l'Europa consiglia le sue misure

A Trento l'Agenzia del Lavoro ha presentato un dibattito da titolo "Costruire solidarietà di fronte al cambiamento nel settore edile". Sono stati presentati proprio qui i risultati del progetto europeo per il settore edilizio: un progetto che ha formato oltre 200 lavoratori, tutte vittime della crisi che ha impedito loro di lavorare ma che, grazie all'UE, hanno potuto ampliare di molto le loro conoscenze sia tecniche che manualistiche.

La formazione è, infatti, al centro delle intenzioni europee. Anche in mancanza di lavoro, si può ricorrere a corsi specializzati che possono creare figure lavorative di alto livello, tutte in grado di aumentare la qualità e il livello di un'impresa, anche nel campo edilizio. Questo progetto è durato 9 mesi e i finanziamenti (due milioni di euro) sono stati erogati dalla Provincia e dal Ministero del Lavoro.

I risultati sono stati ottimi: alcuni dei 200 lavoratori hanno scelto di specializzarsi in campi totalmente differenti da quello edilizio, creandosi una nuova professione. Altri hanno deciso, invece, di approfondire la loro conoscenza "del mattone", divenendo figure speciali in grado di affiancare un'impresa in diversi reparti.

Il consiglio dell'UE, dunque, è questo e non è scontato: la mancanza di lavoro, che crea disperazioni sia tra gli operai che nell'azienda stessa, deve essere combattuta agendo subito. I corsi di formazione possono e devono essere un punto di partenza per combattere la crisi mondiale che rimane ancorata al nostro Paese.

Tu cosa pensi di questa iniziativa?

Redazione Edilizia.com
24 Aprile 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper