Edilizia.com


138927 Operatori, 149 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Confindustria vicina alle imprese edili in crisi

Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, parla in appoggio ai lavoratori e agli imprenditori che hanno protestato a Milano contro la crisi edilizia.

 


È intervenuto in videoconferenza con le migliaia di persone che stavano protestando a Milano. Squinzi parla con chiarezza: “Quella che si sta tenendo oggi” dice “è una giornata molto importante e le imprese non possono non manifestare la loro collera”.

Tra il 2008 e il 2012 la crisi ha tolto ben 43 miliardi di proventi dal settore edile, con livelli di produzione pari a quelli di 40 anni fa e Squinzi ne è consapevole.

La forte crisi, in atto dal 2008, ha portato alla chiusura di oltre 40 mila imprese, con suicidi per debiti e famiglie ridotte sul lastrico. Molte altre aziende sono a un passo dal fallimento. Come finirà per il nostro settore edile?

Oltre gli imprenditori ci sono gli operai: 360 mila posti di lavoro in meno, 550 mila se allarghiamo la disoccupazione a tutti quei settori che sono lavorativamente vicini all’edilizia. In un documento, diffuso durante la protesta a Piazza Affari, si legge: “Una domanda aggiuntiva di un miliardo nelle costruzioni genera una ricaduta complessiva sull'intero sistema economico di 3,3 miliardi e un aumento di 17 mila occupati.

Per aiutare il sistema servono politiche rivolte in particolare al mercato residenziale soprattutto attraverso interventi rivolti al miglioramento della qualità abitativa e all'efficienza energetica.”

Queste richieste resteranno solo vane speranze o qualcuno, dall’alto, le ascolterà e le attuerà?

Redazione Edilizia.com
14 Febbraio 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper