Edilizia.com


138927 Operatori, 73 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Buzzetti a Bologna: il Paese cade a pezzi, letteralmente.

Il Presidente Ance Buzzetti parla a Bologna, durante l'apertura del convegno Saie di Bologna. Le sue parole sono forti e dedicate al mercato del mattone italiano.

 

 

Buzzetti a Bologna: il Paese cade a pezzi. Letteralmente.
A Bologna si è tenuto il convegno inaugurale del Saie e Paolo Buzzetti, Presidente Ance, è intervenuto per fare il punto della situazione sul settore edilizio italiano. Le sue parole non sono nuove: sappiamo già della grande necessità del nostro Paese di ridare il via al settore edilizio e riqualificare buona parte del territorio. Nonostante questo, il suo discorso è un peso per tutti coloro che vivono e hanno sempre vissuto dedicandosi al mercato del mattone.

"Il nostro Paese cade a pezzi", ha detto Buzzetti. E non in senso letterale. "il 62% delle abitazioni sono state realizzate prima del 1974, circa 10 mila scuole sono considerate da ricostruire, 21 milioni di italiani vivono in zone sismiche e 250 miliardi di euro sono stati spesi dal dopoguerra ad oggi per i disastri sismici'. Il Paese è da sistemare, continua Buzzetti, manutenzione e risparmio energetico sono al primo posto tra le necessità italiane.

Serve, secondo il Presidente, un Piano-città valido e un piano di recupero per le scuole. Le città devono essere riqualificate e il settore andrebbe totalmente rivisto dal punto di vista fiscale.

In merito ai provvedimenti presi fino a ora dal governo, Buzzetti è chiaro: "alcuni provvedimenti, come quelli sui mutui e sugli affitti, sono stati impostati in maniera efficiente; ci sono anche alcune somme per le opere pubbliche ma sono ancora poche''.

Insomma, c'è molto da fare. E subito.
Sei d'accordo anche tu con le considerazioni del Presidente Ance?

Redazione Edilizia.com
17 Ottobre 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper