Edilizia.com


138927 Operatori, 72 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Ance: necessario annullare i vincoli che opprimono le imprese italiane

Paolo Buzzetti, Presidente Ance, è stato chiaro. I pagamenti delle PA devono essere evasi immediatamente, utilizzando i fondi cassa e annullando i vincoli UE.

 

Il Presidente dell’Ance, Paolo Buzzetti, è intervenuto in un’audizione in Parlamento del ministro Grilli. L’argomento era i debiti delle PA nei confronti delle imprese italiane. Tra queste imprese, le prime in classifica per crediti da riscuotere sono proprio le imprese edili, che soffrono la crisi molto più di tante altre aziende.

Le parole di Buzzetti sono chiare: “I limiti di bilancio si possono trattare, come dimostra il caso della Spagna e della Francia che hanno contrattato con Bruxelles condizioni diverse e hanno potuto pagare velocemente i debiti con le imprese”.

Proprio Franca e Spagna sono le due nazioni che hanno concordato con l’UE misure volte al rilascio del credito necessario per pagare i debiti delle Pubbliche Amministrazioni e l’accordo è stato fatto modificando le disposizioni dei patti di stabilità.

Il Ministro Grilli ha già annunciato di voler accelerare il pagamento dei debiti, ma se si sfora il limite del 3% del deficit impostato dall’UE si potrebbe fare molto di più: sarebbero subito disponibili, per esempio, 11 miliardi di euro che giacciono come fondo cassa negli enti locali.

Buzzetti conclude così il suo intervento: “Proprio per questo bisogna fare attenzione a non rimanere vittime di artifici contabili che possono portare a penalizzare il pagamento di alcuni settori rispetto agli altri” e quindi consentire l’utilizzo di tutte le risorse disponibili, come già chiesto da Anci e Ance nella manifestazione di una settimana fa a Roma”. Parole condivise dagli imprenditori di tutta Italia, che continuano ad aspettare.

Redazione Edilizia.com
2 Aprile 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper