Edilizia.com


138927 Operatori, 64 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

250 mila posti di lavoro in più per l'edilizia

Le misure del governo hanno creato circa 250 mila posti di lavoro in più per il settore edilizio. Ecco quali sono state le manovre migliori.

 

 

250 mila posti di lavoro in più per l'edilizia
La crisi edilizia è ancora lontano dall'essere superata. Le manovre messe in atto dal governo fino a questo momento, però, hanno dato qualche sospiro di sollievo alla categoria dei lavoratori.

Il DL per il pagamento dei debiti delle PA, le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni e il risparmio energetico, l'abolizione dell'IMU sugli immobili invenduti e il rilancio dei mutui (che porteranno benefici all'economia pari a circa 20 miliardi) hanno fatto sì che si iniziassero a intravedere le prime iniziative lavorative e i primi posti di lavoro.

Tutte queste iniziative porteranno circa 250 mila posti di lavoro nel settore edilizio, con 48 miliardi in circolo per il settore economico, nel biennio 2013-2014. La notizia proviene da una fonte ufficiale: l'Ance.

La Legge di stabilità prevede, inoltre, altri 10 miliardi per il pagamento dei debiti alle imprese edili e incentivi che potrebbero far risollevare il settore edilizio a partire dal 2014. Paolo Buzzetti, Presidente Ance, si dice entusiasta perché, finalmente, parte delle loro richieste è stata ascoltata dal governo.

Ovviamente si parla solo di una piccola ripresa: ci vorrà del tempo prima di poter tornare alla situazione di dieci anni fa. Una piccola evoluzione positiva, però, è necessaria per tornare a credere e a investire in quello che è il settore storico dell'economia e delle professioni in Italia. Ci auguriamo che le proposte del Governo continuino su questa strada e ti chiediamo: quale altra manovra potrebbe far risalire l'edilizia italiana?

Redazione Edilizia.com
23 Settembre 2013

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper