Edilizia.com


139175 Operatori, 212 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Convegno internazionale sul Restauro del Novecento

Dal 24 al 26 marzo ad Ascona (Svizzera) e Angera (Italia) si svolgerà la manifestazione organizzata dalla Fondazione Novalia di Cannobio...
Si rinnova il prestigioso appuntamento che la Fondazione Novalia di Cannobio (Italia) dedica al tema del Restauro dopo il successo del primo ciclo triennale di convegni realizzati nel 2002, 2003 e 2004.
Il convegno, inteso come primo momento del nuovo sistema di promozione culturale della Fondazione Novalia, vista l'alta valenza scientifica internazionale e l'importante azione promozionale per il territorio del Lago Maggiore, si avvale del sostegno delle principali istituzioni pubbliche di questa importante area culturale, quali il Cantone Ticino, la Regione Lombardia, la Regione Piemonte e in particolare i Comuni di Ascona, Angera e Stresa.
Il 4°/2 Convegno Internazionale Il RESTAURO – Natura, Paesaggio Urbano, Trasformazioni, Conservazioni e Restauro – Il NOVECENTO. Il Quadro Normativo si svolgerà dal 24 al 26 marzo 2006 nelle prime due suggestive sedi del Monte Verità di Ascona e alla Rocca Borromeo di Angera.

il_girasole.jpgI momenti nodali attorno a cui andranno a coagularsi i molteplici e diversificati contribuiti delle tre intense giornate si possono circoscrivere ed illustrare nei modi che seguono.
La mattina del primo giorno, dopo gli interventi delle autorità tra cui il Prof. Ettore A. Albertoni, Assessore alle Culture Identità e Autonomie della Regione Lombardia, e il Prof. Giovanni Oliva, Assessore alla Cultura Patrimonio linguistico e Minoranze linguistiche Politiche giovanili Museo Regionale e Scienze Naturali della Regione Piemonte, con Marco Borradori, Direttore del Dipartimento del Territorio del Cantone Ticino, e Pio Baldi, Direttore della Direzione Generale per l'architettura e l'arte contemporanee del Ministero Beni Culturali Italiano, verrà dibattuto il quadro normativo relativo ai temi del Convegno, che opera in Cantone Ticino e in Italia, con particolare riferimento per quest'ultima alle modifiche in atto. Gli approfondimenti proposti rispettivamente dalle Regioni Lombardia e Piemonte, con gli interventi di Pietro Petraroia, Direttore Generale della Direzione Generale alle Culture Identità e Autonomie della Regione Lombardia, e Alberto Vanelli, Direttore Generale del Settore dei Beni Culturali ed Ambientali della Regione Piemonte, proprio alla luce di tale modificazione plastica del quadro normativo vigente, possono fungere da test e riferimento esemplare per il più generale contesto italiano. Del resto la tavola rotonda che conclude i lavori di questa giornata offre un articolato rilancio aperto e problematico e tale da riconsiderare l'intero complesso territorio nazionale italiano a tutte le sue diversificate situazioni.
Interessante sarà pure il confronto con la realtà svizzera più in generale presentata da Bernhard Furrer, Presidente della Commissione Federale per i Monumenti Storici di Berna Svizzera, come pure con quella tedesca presentata da Thomas Danzl, della Soprintendenza per i Beni Culturali e l'Archeologia di Sachsen – Anhalt in Germania.
Di particolare interesse va segnalato, inoltre, l'intervento di Maurizio Monoli, Dirigente Struttura Conservazione e Restauro Beni Culturali – Direzione Generale alle Culture Identità e Autonomie della Lombardia – Regione Lombardia, e di Stefano della Torre, Ordinario di Restauro Architettonico del Politecnico di Milano, dal titolo significativo “La conservazione programmata: uno scenario da completare. Il software SIRCop”.
La seconda giornata se per un verso propone casi rilevanti sia storici sia contemporanei in cui le normative, le tecnologie e le filosofie vengono a coagire, dall'altro lato consente un emblematico approfondimento incentrato su quelli che potremmo definire cantieri straordinari finalizzati al recupero sia conservativo sia vitale di entità particolari come i Castelli di città: Bellinzona, Novara, Milano e Trento.
L'Arch. Aurelio Galfetti esporrà il suo Progetto Castelgrande, eseguito alla fine degli Anni Ottanta per la Città di Bellinzona, e presenterà la nuovissima pubblicazione editoriale dedicata a questo celebre progetto.
Francesco Pernice, Soprintendente per i Beni Architettonici e per il Paesaggio del Piemonte con Lisa Accurti, Soprintendenza ai Beni Architettonici e per il Paesaggio del Piemonte, e Alberto Tricarico, Ingegnere progettista edile strutturale, porterà il caso del Castello di Novara, oggetto di importante restauro all'inizio del ‘900 ed ora nuovamente in cantiere per ripristinarne l'antico splendore e nel contempo raddoppiarne l'apparato architettonico per un nuovo uso. Angelo Micheli collaboratore dello Studio aMDL di Michele De Lucchi, architetto e designer, andrà ad illustrare il progetto per il nuovo restauro del Castello Sforzesco di Milano, che ospiterà nove Musei della Città di Milano, ponendo così ulteriore accento al tema del riuso compatibile dei monumenti storici.
Il quarto cantiere che si andrà ad illustrare è quello del Castello del Buonconsiglio di Trento con l'intervento di Luca de Bonetti del Servizio Beni Culturali Ufficio Beni Monumentali e Architettonici della Provincia Autonoma di Trento.
Dalla storia all'attualità dibattuta attraverso gli interventi del Convegno si passa, infine, all'incontro diretto e vivificante con la realtà, attraverso un caso concreto di tutela, valorizzazione e recupero architettonico finalizzato al ritorno attivo dell'edificio. La prima giornata del convegno si conclude, infatti, con la visita virtuale a un cantiere aperto, il cantiere del Teatro San Materno di Ascona attraverso l'intervento articolato ed arricchente del Prof. Bernhard Furrer, Presidente della Commissione Federale dei Monumenti Storici di Berna dal titolo “La valorizzazione del patrimonio architettonico del ‘900 ad Ascona: dal Teatro San Materno a Monte Verità”.
Protagonista significativo di un altro e nuovo costruire che stigmatizza e distingue il Novecento è il cemento armato; per questo la terza giornata del Convegno presenta una storia di questo materiale attraverso essenziali riferimenti e specifiche argomentazioni a cura di Albert Jornet, così come casi particolari quali il Bauhaus di Dessau, l'Albergo dell'Arch. Emil Fahrenkampf a Monte Verità, sede tra l'altro del Convegno, e il Girasole a Marcellise (frazione di San Martino di Buonalbergo, Provincia di Verona, Italia), mirabile edificio in cemento armato, unico esempio italiano di casa d'abitazione moderna girevole, ideata e costruita dall'Ingegner Angelo Invernizzi tra il 1929 e il 1935.
Queste giornate di studio troveranno, accanto ad autorevoli personalità del mondo scientifico, la forte presenza delle Soprintendenze e delle Amministrazioni Pubbliche che, oltre a confrontarsi con i professionisti e le istituzioni di settore, permetteranno di valutare i numerosi interventi e le diverse problematiche alla luce del nuovo quadro normativo.
A questo nuovo appuntamento del 2006, seguiranno altre giornate di studio che si svolgeranno nel 2007 e 2008 e che consentiranno di esplorare le problematiche di tutela, valorizzazione, conservazione e restauro dei Beni Culturali alla luce della territorialità e della formazione professionale, andando così ad approfondire le complesse tematiche sempre attraverso casi emblematici.
L'obiettivo di questi convegni è creare una piattaforma permanente di respiro internazionale per confrontare, divulgare e orientare, attraverso specifici canali info-formativi e gli atti tecnico-scientifici dei convegni, i risultati di peculiari iniziative di conservazione, di tutela e di restauro dei Beni Culturali finalizzate al patrimonio costituito dall'architettura del Novecento, agli interventi moderni più significativi sul costruito storico, alla configurazione di un paesaggio urbano e territoriale moderno e contemporaneo.

Va inoltre segnalato che gli Atti dei Convegni 2006, 2007 e 2008 saranno pubblicati nella prestigiosa collana Biblioteca d'Arte di Silvana Editoriale, dando così seguito al progetto di collaborazione con la Fondazione Novalia avviato per l'edizione libraria degli Atti dei Convegni 2002, 2003 e 2004.

Fotografia: Il Girasole - Foto dall'archivio e fondo Angelo Invernizzi, Archivio del Moderno, Mendrisio

Per ogni informazione www.fondazionenovalia.org , Tel 39 340 1611732


Redazione Edilizia.com
1 Marzo 2006

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper