Edilizia.com


139175 Operatori, 135 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Rivediamo il mondo delle Costruzioni in Italia

Riccardo Fusi : l'Aggregazione è la nostra forza...

Il mercato delle Costruzioni in Italia deve subire un profondo cambiamento per ottenere risultati di prestigio per le Imprese e per l´Italia stessa. Il cambiamento deve partire dall´idea che soprattutto negli appalti pubblici c´è una corsa esasperata al ribasso solo ed esclusivamente per vincere quando poi si sa benissimo che è impossibile realizzare strutture ad elevato standard di qualità e, spesso, è impossibile portarle a termine.

Questo è il sunto del forte richiamo che Riccardo Fusi, presidente della Baldassini-Tognozzi-Pontello, lancia alla conferenza stampa tenutasi il 19 Maggio 2005 a Calenzano per la presentazione dell´acquisizione delle Pontello, storica Impresa di Costruzioni Italiana che ha contribuito alla rinascita economica e sociale nel dopoguerra.

Le parole d´ordine sono aggregazione di competenze, crescita e consolidamento.
La Baldassini - Tognozzi, nata nel 1993, acquista oggi la Pontello Spa di Firenze confermandosi uno dei gruppi più dinamici e affidabili nel complesso mondo delle costruzioni generali - che in Italia conta oltre 17 mila aziende( ) delle quali nel 2003 solo 94 fatturavano più di 25 milioni di euro - attestandosi fra le prime 10 realtà imprenditoriali del Paese.

"L´acquisizione del marchio Pontello - spiega il presidente Riccardo Fusi - rientra in un una strategia di sviluppo e crescita che da sempre contraddistingue il nostro Gruppo. Ovvero, competere a livello nazionale salvaguardando competenze e professionalità di realtà diverse che hanno fatto la storia dell'edilizia".
"E´ nostra volontà che esperienze importanti, appartenenti alla storia di Firenze non vengano perdute".

Con un giro d´affari che nel 2004 è stato pari a circa 270 milioni di euro con un incremento del +5,86.% rispetto al 2003, un margine operativo di oltre 15 milioni di euro ed un utile ante imposte di oltre 10 milioni di euro, la Baldassini-Tognozzi-Pontello (Btp) guidata da Riccardo Fusi è presente in tutta Italia con opere di rilievo. E´ una realtà consolidata, capace di fare la differenza e dotata di know how, mezzi e specializzazioni in numerosi settori.

E' in grado di proporsi come General Contractor per le grandi opere nazionali che fino ad oggi l´hanno vista portare a termine la costruzione o l´ammodernamento di oltre 20 ospedali e di numerosi tratti autostradali e ferroviari.
"La nostra missione è dare vita ai grandi progetti infrastrutturali, consegnando i lavori nei tempi stabiliti, con la massima attenzione alla qualità, al rispetto delle norme e della sicurezza dei lavoratori. Del resto tutti i nostri utili vengono reinvestiti in nuove attrezzature e nel reperimento di risorse umane".

Il Gruppo Fiorentino svolge oggi un ruolo rilevante a livello nazionale, sia nel settore degli appalti privati (residenze, outlet, centri commerciali, stabilimenti industriali, Università...) che nel settore degli appalti pubblici che rappresentano il 60% delle attività, nell'ambito del quale oltre il 73% delle opere riguardano il settore infrastrutturale che viene portato avanti anche attraverso l'introduzione, primi in Italia, dell´innovativo strumento del project financing.

Perseguendo una strategia di allargamento ed aggregazione, al fine di realizzare una "massa critica" capace di competere nel settore delle grandi opere pubbliche, Baldassini-Tognozzi, da oggi anche Pontello, ha dato vita nel novembre scorso ad un Consorzio Stabile, denominato "Operae", che associa anche altre imprese di costruzioni con l´obiettivo di accedere alle grandi commesse pubbliche.

Detto organismo possiede i requisiti fondamentali per poter partecipare alle più importanti gare d´appalto ed ha già "in tasca" la prequalificazione per poter concorrere alle assegnazioni di opere di notevolissima portata come la costruzione del lotto Dg 48 della Salerno Reggio Calabria (per un importo di 789 milioni di euro) e la realizzazione della nuova Linea C della Metropolitana di Roma (2.500 milioni di euro).
"La nascita del Consorzio Operae è una scelta precisa
- commenta Riccardo Fusi, presidente del Gruppo - che muove nella direzione di creare un grande polo toscano delle costruzioni, capace di competere con i maggiori gruppi a livello nazionale.

In questa ottica miriamo a sviluppare accordi con altre realtà consortili presenti nella nostra regione e con il mondo delle cooperative di costruzioni". "Il futuro è nella capacità di fare squadra", conclude il presidente Fusi che lancia l'idea di un tavolo dove imprenditori, istituzioni e settore creditizio possano incontrarsi per costruire insieme i grandi progetti infrastrutturali.

Redazione Edilizia.com
23 Maggio 2005

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper