Edilizia.com


138927 Operatori, 132 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Finanziaria 2005 e primi adempimenti

Principali novità, in materia fiscale, tributaria, e societaria introdotte dalla Finanziaria 2005 (Legge n. 311 del 30.12.2004) e i primi adempimenti....

Data: 21/1/05
Finanziaria 2005 e primi adempimenti

Di seguito vengono esposte le novità e le istruzioni per i primi adempimenti relativi alla Finanziaria 2005

Nuove aliquote Irpef.
Dal 01 gennaio 2005 le aliquote IRPEF per scaglioni da applicare al reddito complessivo delle persone fisiche sono le seguenti:
Reddito fino a € 26.000,00 - -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- --> 23%.
Reddito oltre € 26.000,00 fini a € 33.500,00 - -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- --> 33%.
Reddito oltre € 33.500,00 - -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -> 39%

E' stato introdotto un contributo di solidarieta' del 4% sulla parte di reddito imponibile che eccede € 100.000,00.

Deduzioni IRPEF
Le "detrazioni d'imposta per carichi di famiglia" sono state trasformate in "deduzioni per oneri familiari", variabili in base al reddito percepito, mentre sono state eliminate le detrazioni previste per i redditi di lavoro dipendente, da pensione, lavoro autonomo e impresa minore.
Per il 2005, pertanto, le deduzioni si calcolano sia in rapporto all'ammontare del reddito sia sui carichi di famiglia (alla "no tax area" si aggiunge la "family area").
Nell'ambito delle deduzioni per oneri di famiglia è stata introdotta una deduzione per un massimo di € 1.820,00 per le spese sostenute per addetti alla assistenza personale di soggetti non autosufficienti.

Doppia clausola di salvaguardia.
Al fine di evitare che alcun soggetto IRPEF possa pagare per il 2005 più che in passato, è prevista la garanzia con la quale i contribuenti in sede di dichiarazione dei redditi possono applicare le disposizioni del TUIR 917/86 e successive modificazioni, in vigore al 31 dicembre 2002 ovvero quelle in vigore al 31 dicembre 2004, se più favorevoli.


I.R.A.P.
La deduzione forfetaria IRAP già prevista dall'art. 4 Dlgs 446/97 viene incrementata gradualmente su quattro scaglioni (ad esempio per i contribuenti con base imponibile inferiore ad € 180.759,91 la deduzione cresce da € 7.500,00 a € 8.000,00).
Le imprese ed i professionisti potranno dedurre a decorrere dal periodo d'imposta successivo al 31.12.2004 un importo annuale non superiore ad € 20.000,00 per ciascun nuovo dipendente assunto a tempo indeterminato (la misura è raddoppiata per le "aree svantaggiate"), laddove si incrementi la base occupazionale rispetto al 2004.
E' prevista la deduzione dei costi sostenuti per il personale addetto alla ricerca e sviluppo previa attestazione, dell'effettività dei costi sostenuti, del presidente del collegio sindacale o in mancanza di un revisore o di un professionista abilitato.


Studi di settore
Al fine di mantenere la rappresentatività degli studi di settore rispetto alla realtà economica cui si riferiscono" è stato ritenuto opportuno prevedere normativamente una attività "cadenzata" di revisione; pertanto viene previsto che gli studi di settore sono soggetti a revisione, di norma, ogni quattro anni dalla loro data di entrata in vigore oppure dalla data in cui è stata effettuata l'ultima revisione.
E' prevista l'applicazione degli studi di settore in "ambito accertativo" anche ai contribuenti naturalmente in contabilità ordinaria, senza che sia più necessario (come era finora previsto) la dichiarazione/rilevazione motivata dell'inattendibilità della scritture tenute con la contabilità ordinaria. La Finanziaria 2005 ha previsto che non sono dovute sanzioni se la differenza tra i ricavi o i compensi derivanti dall'applicazione degli studi e quelli annotati nelle scritture contabili non risulti superiore al 10%; quando lo scarto è superiore alla predetta percentuale prevista per legge, l'adeguamento comporterà il versamento di una maggiorazione del 3% calcolata su detto scarto.

Pianificazione fiscale concordata "PFC"
Viene introdotto questo nuovo istituto dal 1.1.2005 al quale possono accedere titolari di reddito d'impresa e esercenti arti e professioni cui si applicano gli studi di settore. L'adesione alla PFC, preventivamente formulata dall'anagrafe tributaria, comporta per un triennio l'individuazione di una base imponibile di reddito che, se accettata, mette al "riparo" dagli accertamenti fiscali di cui all'art. 39 del Dpr.600/73 nonché sono inibiti i poteri spettatiti all'amministrazione finanziaria sulla base delle disposizioni di cui agli art. 54 comma 2 secondo periodo e art. 55 comma 2 numero 3 del Dpr 633/72. Inoltre per il reddito eccedente quello concordato, ogni aliquota marginale, con l'esclusione del 23%, viene ridotta di 4 punti, compresa l'imposta sul reddito delle società di capitali (Ires 33%). E' prevista altresì la possibilità di non versare i contributi previdenziali sulla medesima quota di reddito.

Accertamenti bancari.
Sono stati ampliati i poteri di indagine bancaria a disposizione del "fisco". In passato le informazioni erano limitate ai provvedimenti che passavano attraverso il conto corrente, adesso, sempre con il presupposto dell'accertamento, l'Amministrazione finanziaria potrà richiedere informazioni anche per le operazioni "fuori conto", come bonifici effettuati per cassa, incassi effettuati allo sportello da clienti occasionali, assegni circolari in genere, etc. Le indagini bancarie riguarderanno anche i professionisti e tutti i lavoratori autonomi.
Si estendono i poteri d'indagine dell'Amministrazione finanziaria su ogni tipo di "fiduciaria" sia di "gestione statica" (che svolge esclusivamente l'amministrazione di beni, assoggettate alla legge 196/1939) sia di "gestione dinamica" (che svolge attività di gestione ed intermediazione di portafogli titoli).

Locazioni
Vengono stabiliti nuovi parametri contro l'evasione fiscale nel campo dei redditi immobiliari.
I contratti di locazione stipulati sono "nulli" se, ricorrendone i presupposti, non sono regolarmente registrati presso gli Uffici dell'Agenzia delle Entrate. L'accertamento sull'imposta di registro è escluso qualora l'ammontare del canone di locazione sia non inferiore al 10% del valore catastale rivalutato dell'immobile stesso; inoltre l'accertamento dei redditi di fabbricati è escluso qualora vengano dichiarati in misura non inferiore a un importo corrispondente al maggiore tra il canone risultante dal contratto ridotto del 15% e il 10% del valore catastale rivalutato dell'immobile stesso;

Omesso versamento ritenute
Viene stabilito che chiunque non versi ritenute, entro il termine della presentazione del modello 770, risultanti dalla certificazione dei sostituti d'imposta, è punito con la reclusione da 6 mesi a 2 anni se l'ammontare delle stesse superi € 50.000,00.

Affrancamento riserve
Le riserve o i fondi in sospensione di imposta esistenti nel bilancio delle società al 31.12.2004, possono essere assoggettate ad imposta sostitutiva nella misura del 10%, evitando così la tassazione ordinaria.

Riapertura termini per affrancamento terreni e partecipazioni
E' stato fissato il nuovo termine al 30.06.2005 per effettuare la rivalutazione dei beni d'impresa e delle partecipazioni societari, a norma del D.L. 282/2002 . Si ricorda che tale decreto dispone forti agevolazioni fiscali per coloro che volessero effettuare rivalutazioni, previa perizia giurata fornita da commercialisti o revisori , nel caso delle partecipazioni.

Dichiarazioni di intento
A partire dal 1.1.2005, chi riceve la dichiarazione di intento per la vendita di beni destinati all'esportazione, senza applicazione dell'Iva, deve, inviare telematicamente all'Agenzia delle Entrate, entro il giorno 16 del mese successivo al ricevimento, la "Comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni di intento ricevute".

PRIMI ADEMPIMENTI:

Imposte e tasse comunali.
Entro fine mese di gennaio, salvo diversa disposizione, le aziende dovranno provvedere al versamento delle imposte e tasse come ad esempio TOSAP/COSAP, imposta pubblicità, etc.

Riduzione tasso INAIL.
Ai datori di lavoro che hanno realizzato interventi migliorativi per la sicurezza e l'igiene dei luoghi di lavoro, nonché in regola con gli adempimenti contributivi e assicurativi, è data la possibilità, di ottenere una " oscillazione del tasso in diminuzione" (5%/10%), come previsto dall'art. 24 Dm 12/12/2000, presentando apposita istanza entro il 31/01/05 alla sede INAIL territorialmente competente.

Collocamento obbligatorio.
I datori di lavoro soggetti alla disciplina delle assunzioni obbligatorie sono tenuti ad inviare, entro il 31/01/05, ai Centri per impiego provinciali, il prospetto informativo relativo alla situazione complessiva dei lavoratori occupati al 31/12 dell'anno precedente. Il prospetto può essere trasmesso direttamente, per raccomandata A/R o per via telematica.

Comunicazione per lavoro straordinario.
Le unità produttive che occupano più di dieci dipendenti, nel caso di superamento delle 48 ore settimanali mediante prestazioni di lavoro straordinario, hanno l'obbligo di inoltrare apposita comunicazione alla Direzione Prov.le del Lavoro – Servizio Ispettivo
In particolare la comunicazione deve indicare il numero dei lavoratori che hanno superato le 40 ore in ogni singola settimana del periodo di riferimento. La comunicazione relativa al periodo settembre - dicembre 2004 dovrà essere inoltrata entro il 28/01/2005.

Al fine di poter avere un quadro puntuale relativo alle nuove disposizioni, come sinteticamente e non esaustivamente su esposte, è opportuno attendere ulteriori chiarimenti ministeriali e degli enti competenti.

Fonte: Studio De Luca

Redazione Edilizia.com
21 Maggio 2005

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper