Edilizia.com


139175 Operatori, 78 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

IL COLORE NEL PROGETTO

KEIMFARBEN organizza nel pomeriggio di giovedì 18 marzo il convegno presso il Colorificio Athena a Cuneo....

Con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Cuneo KEIMFARBEN organizza nel pomeriggio di giovedì 18 marzo il convegno IL COLORE NEL PROGETTO, presso la Sala Convegni del Colorificio Athena a Cuneo.

Destinato ad un pubblico di esperti che condividono l’ambizione di realizzare progetti tecnicamente perfetti, con materiali altamente performanti ed affidabili, il convegno si propone come un’occasione di incontro per architetti e progettisti per assaporare con lo sguardo i miracoli della riqualificazione incentrata sul colore, grazie all’esposizione di due progetti esemplari sul territorio di Cuneo, la Casa Bianca a Chiusa Pesio e il Mulino Sandri-Fissore a Verzuolo.

Espressioni di un patrimonio costruito in continuo divenire, i due progetti si avvantaggiano dell’utilizzo delle speciali pitture ai silicati di KEIMFARBEN che intervengono sulla fisionomia di un edificio rispettando l’ambiente naturale. I colori KEIM si distinguono per il loro storico successo, sono colori ai silicati che si basano sulla giusta mescolanza tra silicato di potassio liquido e pigmenti inorganici, portando ad un colore che per qualità, durata, luminosità e protezione non trova simili nel suo genere

Forte di una lunga e gloriosa storia di colore e progetti, KEIMFARBEN vi aspetta giovedì 18 marzo presso la Sala Convegno del Colorificio Athena a Cuneo, per un incontro di arricchimento reciproco e di informazione ad alto contenuto tecnico.
 


La “CASA BIANCA”

Tale edificio, appena fuori l’abitato di Chiusa Pesio, a lato della strada che conduce nell’ombra dei boschi, nasce negli anni cinquanta dopo gli orrori della guerra. La casa era nata muta, priva persino di nome e abbandonata a se stessa dal proprietario chiusano che era stato in America ed era tornato per farne forse un luogo di piacere. Teatro di vicende misteriose di coloro che avrebbero dovuto abitarla e darle vita, rimase inconclusa. Corsero molte voci sulle vicende tragiche legate al proprietario ed alla casa. Negli anni le attribuirono più d’un nome: i fantasiosi, ricamando sulle sue origini e sulla sua condizione d’abbandono, la chiamarono “casa degli spiriti”; i prosaici si limitarono a darle il nome del colore dei muri e divenne “casa bianca”.

Per decenni rimase chiusa nella sua afasia. Dopo tante sciagure, oggi “Bianca” ha avuto la sua change, grazie all’intervento pittorico di due architetti, Giovanni Isoardi e Mariangela Borio che le hanno dato un volto nuovo. Già vi funziona un servizio di ristoro che si apre sul giardino che vedrà giochi e forse una piscina; grazie ad una convenzione tra privati e Comune di Chiusa Pesio, il primo piano avrà una funzione pubblica, ancora da definire, ludoteca, laboratorio creativo, centro di grafica e decorazione murale; nei piani alti, appartamenti.

L’intervento di decorazione esterna, realizzato con i colori minerali della ditta KEIM che hanno una texture particolarmente vellutata, è ormai terminato: il silenzio dei muri è stato ricoperto con le parole dei colori.
Il suo corpo, già strutturalmente articolato, movimentato da parti a torricino e con blocchi sporgenti intorno al busto centrale, è rimodellato da una magnifica decorazione che lo percorre tutto. Tutto l’edificio, grazie alla decorazione pittorica, perde ogni rigidità e si fa sinuoso, pulsante, come un corpo finalmente vivo, che respira, si offre ed accoglie.
Si sente a pelle che i progettisti sono entrati in sintonia con la triste vicenda di “Bianca” ed hanno voluto restituirle la gioia a lungo negata, con delicatezza, senza cedere ad interventi gridati ma conservando un garbo garantito da un intervento rigenerante e gentile. (Testo tratto da una presentazione di Fulvia Giacosa - Cuneo, settembre 2009)
 

Il “MULINO SANDRI – FISSORE”

Il “vecchio” Mulino Sandri – Fissore, a Verzuolo, è delimitato ad est dalla Bealera del Corso e da adiacenti fabbricati, a nord dalla Strada Statale dei Laghi d’Avigliana, ad ovest da Via Villanovetta e a sud da una strada di accesso al Mulino.

Il Molino Sandri – Fissore, denominato “Grosso”, già esisteva nel 1822 e sfruttava le acque della Bealera del Corso. Più tardi, nel 1884, il Molino Grosso venne acquistato dalle famiglie Sandri – Fissore che fecero realizzare l’eclettica “facciata” nord, che del molino “Grosso” oggi è l’emblema oltre che uno degli scorci architettonici più interessanti del Comune. Questa quinta scenica aveva probabilmente uno scopo di rappresentanza, per le sue qualità artistiche ed architettoniche. Il mulino diventò uno dei più importanti della provincia alla fine dell’800 e partecipò anche all’Expo di Parigi del 1900.

Il mutare dei tempi e delle condizioni di mercato portarono gradualmente al declino dell’attività dell’azienda che cessò negli anni 1960. Tuttavia l’immobile oggetto della presente rimane uno dei simboli caratteristici del Comune di Verzuolo e anche per questo amato dall’intera collettività.

Il progetto di restauro e recupero ha l’intento di riutilizzare il vecchio opificio a fini abitativi e commerciali (attraverso un cambio di destinazione d’uso) mantenendone le peculiarità architettoniche di pregio. Il prospetto nord sarà oggetto di restauro conservativo e quello ovest (di minor valore architettonico e di testimonianza) sarà modificato in minima parte.


CONVEGNO IL COLORE NEL PROGETTO
Giovedì 18 Marzo 2010 Ore 17.30-19.30
Sala Convegno – Colorificio Athena ; Corso Francia, 46 12100 Cuneo (CN)
Ingresso gratuito

Progetto “Casa Bianca” a Chiusa Pesio (CN) : quando il colore è gioco
Arch. Giovanni Isoardi 
Arch. Mariangela Borio

Il Mulino a Cilindri di Verzuolo (CN): il colore nel Restauro Conservativo
Studio Tecnico Nasi-Caruso
Arch. Fabrizio Giacomo Nasi
Geom. Giuseppe Caruso
Arch. Giovanni Spada

Colore e ambiente: il rispetto della natura
Keimfarben Colori Minerali
Dott. Alessandro Torre

Per iscriversi inviare una mail a
eventi.convegni@demetraweb.it, oppure tramite la nostra form di iscrizione.

Per informazioni contattare:


Ufficio stampa KEIMFARBEN
c/o DEMETRA Comunicazione in Architettura

Corso Carlo Alberto 17/A
23900 Lecco LC

Redazione Edilizia.com
18 Marzo 2010

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper