Edilizia.com


139175 Operatori, 145 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Edifici evoluti

Luoghi di lavoro ad alta efficienza energetica. Meno petrolio e più sicurezza negli edifici industriali....

Il mondo professionale e industriale guarda con sempre maggiore interesse alla progettazione ad alta efficienza energetica anche per gli “edifici del lavoro”, ovvero gli stabilimenti produttivi, gli edifici direzionali, commerciali. E’ questo il tema del convegno “Edifici evoluti: luoghi del lavoro ad elevata efficienza energetica” che si terrà a Bologna il 10 dicembre 2009 dalle 16.30 alle 19.00 presso I Portici Hotel – via Indipendenza, 69.

L’iniziativa è promossa da Magnetti Building, azienda leader nella realizzazione di edilizia industriale e commerciale e per la logistica con sistemi prefiniti a tecnologia avanzata, in collaborazione con Flag, azienda specializzata in sistemi di impermeabilizzazione.

edificievolutilogo.jpg

Il tema del convegno


L’efficienza energetica degli edifici pubblici e dei luoghi di lavoro è un tema di stretta attualità. L’applicazione della direttiva europea sul risparmio energetico agli edifici con superficie superiore ai 1000 metri potrebbe portare ad un incremento di efficienza energetica di almeno 70 Mtep (milioni di tonnellate equivalenti di petrolio) e alla creazione di 250.000 posti di lavoro a tempo pieno per personale qualificato operante nell’edilizia, soprattutto a livello locale. In Italia esistono già esempi di edifici di lavoro ad alta efficienza energetica ed aziende operanti nel settore dell’edilizia industriale in grado di operare nel rispetto dei parametri fissati dalle nuove normative.

Tra i temi del convegno grande attenzione verrà posta sulla sostenibilità delle aree produttive, analizzata alla luce del regolamento per la qualifica delle APEA (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate) in Emilia Romagna. Queste zone produttive sono dotate delle infrastrutture e dei sistemi necessari a garantire la tutela della salute, della sicurezza e dell’ambiente. Le APEA devono essere progettate, realizzate e gestite sulla base di criteri di ecoefficienza, al fine di garantire un sistema di gestione integrato degli aspetti ambientali, la riduzione e prevenzione dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo, la tutela della salute e della sicurezza nonché un miglioramento ambientale diffuso del territorio a partire da un buon inserimento paesaggistico.

Le Linee Guida regionali per le Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA) sono state mutuate dal modello toscano: all’interno di queste linee guida l’adozione di idonei standard costruttivi per gli stabilimenti produttivi è un altro fattore determinante, sia in termini di mitigazione dell’impatto visivo sia in termini di ecoefficienza, nel pieno rispetto dei principi di bioedilizia, al fine di garantire buone performance energetiche, acustiche e di comfort interno.


magnetti_logo.jpg

I relatori


Alfredo Martini
Dal 1976 svolge attività giornalistica e di relazioni esterne nonché di studio e di ricerca nel campo della storia
economica e sociale. Ha seguito fino al 2001 l’ufficio stampa dell’Ance - Associazione Nazionale Costruttori Edili. Dal 2002 è Responsabile Comunicazione del CRESME (Centro Ricerche Economiche e Sociali sul Mercato dell’Edilizia).

Maria Chiara Torricelli
Professore ordinario di Tecnologia dell’Architettura e docente di Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi, presso la Facoltà di Architettura della Università degli Studi di Firenze, insegna nel corso di laurea in “Scienze dell’Architettura”, nel corso di laurea in “Architettura”, nel corso di Dottorato in Tecnologia dell’Architettura e Design. Afferisce al Dipartimento di Tecnologie dell’Architettura e Design “Pierluigi Spadolini” .

Paola Gallo
Dal 2005 presta servizio come Ricercatore Universitario presso il Dipartimento di Tecnologie dell’Architettura e Design “Pierluigi Spadolini” della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze. Opera principalmente nel campo della Sostenibilità in Architettura con studi rivolti alle Tecnologie per il Risparmio Energetico applicate
all’edilizia con particolare attenzione al controllo dei parametri ambientali nel progetto.

Michael Tribus
Svolge attività da libero professionista nell’area del Trentino Alto Adige, integrando i canoni del risparmio energetico e della bioedilizia uniti ad un linguaggio architettonico contemporaneo. Rilevante è l’esperienza acquisita nella progettazione di edifici a basso consumo rispettando gli standard “Passivehaus” e garantendo un livello architettonico elevato.
Numerose le conferenze tenute sull’architettura ad elevate prestazioni energetiche, anche in ambito Casa Clima.

È gradita la pre-iscrizione (www.magnettibuilding.it/convegni.php - Tel.0354 383371- Fax. 0354 383209 email: building.crm@magnetti.it).

In allegato la locandina dell'evento
Redazione Edilizia.com
1 Dicembre 2009

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper