Edilizia.com


138927 Operatori, 283 utenti online.

Preventivi gratuiti Edilizia.com

Cavi e sicurezza degli edifici

I cavi "Low fire hazard"(cavi senza alogeni) aumentano la sicurezza. A cura di ANIE/Aice – Associazione italiana industrie cavi e conduttori elettrici....

La causa di morte più comune accertata durante un incendio è da attribuirsi ai gas e ai fumi e rappresenta il 44% del totale delle morti. Nel 1950 il tempo medio di sviluppo di un incendio dal suo innesco sino al flashover era di 15 minuti. Oggi dopo solo 3 minuti possono verificarsi condizioni fatali.

Dati questi presupposti, le uniche conclusioni possibili sono: la riduzione del fumo e dei gas irritanti è rilevante per salvare vite umane e facilitare il lavoro delle squadre di intervento; l’incremento delle materie plastiche negli ultimi 50 anni ha avuto un effetto drammatico sui tempi di evacuazione.

Le aziende europee produttrici di cavi elettrici hanno sviluppato una famiglia di cavi, chiamati “Low Fire Hazard” (a bassa emissione di gas e fumi) che uniscono la capacità di non propagare l’incendio e non rilasciare il calore con quella di avere una bassa emissione di fumo e gas tossici. Questi cavi danno più tempo per permettere l’evacuazione degli edifici e facilitano il lavoro delle squadre di soccorso nelle aeree interessate dagli incendi.

Gli incendi hanno un costo altissimo in termini di perdita di vite umane. Circa un terzo degli incendi ha origine all’interno di edifici. In Europa, il numero di morti a causa di un incendio, era di 1 su 100.000 abitanti nel 2003/2004, il che equivaleva a 30.000 morti all’anno. Nel Regno Unito il Dipartimento della Pubblica Amministrazione locale afferma che la causa di morte più comune accertata durante un incendio è da attribuirsi ai gas e ai fumi e rappresenta il 44% del totale delle morti.

Un’altra fonte autorevole, la svedese SRSA (Swedish Rescue Services Agency), in una Relazione riguardante la prevenzione degli Incendi asserisce che: "Nel 1950 il tempo medio di sviluppo di un incendio dall’innesco al suo flashover era di 15 minuti. Poi, 25 anni fa, il tempo si ridusse a 5 minuti. Oggi le condizioni fatali si possono verificare solo dopo 3 minuti. Questo cambiamento è avvenuto a causa dell’aumento della presenza e dell’utilizzo di materie plastiche nelle nostre case, nient’altro."

Gli incendi hanno, inoltre, un impatto significativo sulla nostra economia. In una recente indagine, la CTIF (International Association of Fire and Rescue Service) ha stimato che: "il costo economico totale degli incendi, nei Paesi più progrediti, si aggira attorno all’1% del prodotto interno lordo". Dati questi presupposti, le uniche possibili conclusioni sono che:la riduzione del fumo e dell’emissione dei gas è necessaria per poter salvare vite umane e per facilitare il lavoro dei soccorritori; il sempre più crescente utilizzo di materiali plastici negli ultimi 50 anni ha avuto risvolti drammatici sui tempi di fuga.

I cavi "Low Fire Hazard" migliorano la sicurezza?

Riducono la propagazione dell’incendio ed il rilascio di calore
I cavi elettrici possono essere il mezzo di propagazione dell’incendio dal luogo di origine alle stanze adiacenti; il controllo della propagazione dell’incendio lungo i cavi elettrici viene richiesto da anni da vari Regolamenti nazionali proprio al fine di limitare questo pericolo. In termini di composizione dei cavi, ciò significa l’adozione di materiali organici adittivati con "ritardanti di fiamma" o di materiali auto-ritardanti. Le prestazioni di propagazione dei cavi sono misurate non più solamente su di un singolo cavo, ma su un fascio di cavi posti in posizione verticale per simulare le più onerose condizioni di installazione.

Riducono il fumo e le emissioni pericolose
Acidità, opacità ed un basso livello di densità dei fumi sono criteri fondamentale di elezione dei materiali che, in caso di incendio, faranno si che sia ridotta la presenza di gas pericolosi e sia facilitata la velocità di fuga. È essenziale che la produzione di fumi opachi sia la minore possibile durante l’incendio. La maggior parte delle morti negli incendi è dovuta alla inalazione di gas nocivi. È vitale ridurre l’esposizione a questi gas per aumentare le possibilità di fuga degli individui.

Applicazioni per Archistar
Questo tipo di cavi  è stato scelto per uno degli edifici più importanti della città di Londra - la Willis Tower, alta 125m, premiata per il suo valore architettonico, creatura degli architetti Foster & Partners. Situato nella City di Londra, questo edificio a 26 piani è il  quartier generale della Willis Group Holdings, una delle imprese di assicurazione più importanti del mondo. Oltre ai 44.129 m2 di aerea adibita ad uffici, l'edificio comprende anche negozi a livello stradale e caffé.

I cavi scelti per la rilevazione di eventuali incendi nella Torre e per il sistema di allarme sono di tipo Low Fire Hazard. Ciò assicura un necessario rallentamento della propagazione delle fiamme e l'integrità del circuito. Il contributo che un materiale può dare durante un incendio - compreso quello proprio di costruzione del cavo - è misurato come la reazione ad esso in termini di opacità del fumo, emissione di gas pericolosi, rilascio di calore e gocciolamento.

E' assolutamente necessario che la produzione di fumi opachi e di altre emissioni nocive venga mantenuta ad un livello bassissimo durante un incendio, in modo che gli occupanti dell'edificio possano fuggire velocemente ed in sicurezza utilizzando le vie di evacuazione preposte. I cavi Low Fire Hazard, scelti per la Willis Tower rispondono in modo adeguato alle necessità di sicurezza che nascono in caso di incendio.

Questi cavi sono stati anche testati e approvati sia da Loss Prevention Certification Board (LPCB) del Regno Unito che dal Servizio Inglese di Omologazione Cavi (BASEC). L’impresa elettrica coinvolta nel progetto della Willis Tower ha recentemente installato cavi simili in grandi edifici commerciali, compresa la Bankside Two ed altre strutture vicine alla famosa galleria d'arte Moderna “Tate gallery”e in Paddington.

Le Autorità Nazionali includeranno la classificazione, ove richiesto, nei Regolamenti Nazionali, indicando quale classe sia applicabile obbligatoriamente in una particolare costruzione. Per queste applicazioni, solamente cavi marcati CE devono essere utilizzati in accordo con la CPD.

A cura di ANIE/Aice – Associazione italiana industrie cavi e conduttori elettrici

Redazione Edilizia.com
6 Aprile 2012

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper