Edilizia.com


138927 Operatori, 70 utenti online.

Iscrivi Gratuitamente su Edilizia.com

Funi Antigirevoli

...

 

 

Tutte le funi, ad eccezione di quelle intrecciate, sono costituite dall'avvolgimento elicoidale di trefoli. A causa quindi della loro costruzione esiste la tendenza allo svolgimento sotto l'azione di carichi sospesi. L'azione di svolgimento della fune viene definita secondo due criteri di valutazione; infatti si può defi­nire una "coppia giratoria" intesa come momento tor­cente applicato al morsetto di tenuta del carico ed un "angolo di svolgimento" evidenziato dalla effettiva rotazione dell'estremità libera della fune sottoposta al carico. La rotazione della fune attorno al proprio asse è un fenomeno da evitare in quanto altera profondamente i rapporti geometrici esistenti sbilanciando la riparti­zione degli sforzi tra i fili e può provocare la rotazione del bozzello fino a fare attorcigliare tra loro le funi. Così, il valore della coppia giratoria è massimo nelle funi parallele, dove sia i fili che i trefoli hanno il mede­simo senso di cordatura e diminuisce nelle funi cro­ciate dove l'avvolgimento dei fili contrasta l'avvolgi­mento dei trefoli.

 

 

 

 

Questo concetto è sfruttato dalle funi denominate "antigiro", costituite da due o più strati di trefoli che vengono cordati in sensi alternati. Tuttavia la risultante giratoria delle funi non è mai nulla perché le sezioni contrastanti tra loro, anche se pros­sime, non sono mai perfettamente uguali. Solo le funi a sezione quadra ottenute con l'intreccio di un pari numero di trefoli, metà con avvolgimento destro e metà con l'avvolgimento sinistro, sono per­fettamente antigiratorie. Le funi definite "antigiro" sono appositamente costruite per gli impieghi in cui si richiede la stabilità dei carichi sospesi e non guidati. Esse sono specialmente utili nei sollevamenti in cui la distanza tra le pulegge superiori e la puleggia al gan­cio è elevata (es. gru a torre).

 

 

 

 

 

 

 

In questi casi la coppia giratoria può provocare l'at­torcigliarsi fra loro dei tratti di fune, che sostengono il carico, con difficoltà di manovra, grave usura della fune e possibilità di rottura improvvisa.
Le funi antigirevoli sono particolarmente suscettibili di essere danneggiate da impieghi e manipolazioni sbagliate.
Specialmente nella fase di montaggio ci si dovrà quin­di attenere scrupolosamente ai consigli relativi allo svolgimento ed all'ancoraggio terminale.
Il diagramma seguente mostra indicativamente le diverse caratteristiche antigiratorie presentate dalle funi nelle varie formazioni.

 

Redazione Edilizia.com
24 Aprile 2007

Articoli Correlati:

Commenta la notizia!

Condividi



SPONSOR

Uretek Skyscraper